Prodotti

Emoxypine in polvere (2364-75-2)

La polvere di emoxipina viene utilizzata per il trattamento delle emorragie subcongiuntivali e delle emorragie intraoculari, angioretinopatia, distrofia corioretinica centrale e periferica, trombosi della vena retinica centrale e dei suoi rami, ecc.

Produzione: Produzione in serie
Contenuto: 1 kg / borsa, 25 kg / tamburo
Wisepowder ha la capacità di produrre e fornire grandi quantità. Tutta la produzione in condizioni cGMP e un rigoroso sistema di controllo della qualità, tutti i documenti di test e i campioni disponibili.

Emoxypine in polvere (2364-75-2) video

 

Emoxypine polvere Informazioni di base

Nome Emoxypine in polvere
CAS 2364-75-2
Purezza 98%
Nome chimico Mexidol; Mexifin
Sinonimi Emoxipina, Emoxypin, Epigid, 6-Metil-2-etil-3-idrossipiridina
Formula molecolare C
Peso molecolare 137.179 g / mol
punto di fusione 170 a 172 ° C
Chiave InChI JPGDYIGSCHWQCC-UHFFFAOYSA-N
Modulo Tinte Unite
Forma Polvere di colore da bianco a bianco sporco
Half Life 2-2.6 ore
solubilità Altamente solubile in acqua; DMSO (leggermente); Metanolo (leggermente)
Condizioni di conservazione 0-4 C per il breve termine (da giorni a settimane) o -20 C per il lungo termine (mesi).
Applicazioni RAD140 è un modulatore selettivo del recettore degli androgeni (SARM) sperimentale e non steroideo per il trattamento di condizioni quali atrofia muscolare e cancro al seno.
Documento di prova Disponibile

 

Emoxypine in polvere Descrizione generale

L'emoxypine (2-etil-6-metil-3-idrossipiridina) in polvere, noto anche come Mexidol o Mexifin quando usato come sale succinato, è un antiossidante prodotto in Russia da Pharmasoft Pharmaceuticals. La sua struttura chimica ricorda quella della piridossina (un tipo di vitamina B6).

 

Emoxypine in polvere (2364-75-2) Storia

La polvere di emoxypine è stata inizialmente sintetizzata da LD Smirnov e KM Dumayev, quindi ha studiato e sviluppato presso l'Istituto di Farmacologia, l'Accademia Russa di Scienze Mediche e il Centro scientifico nazionale per la sicurezza delle sostanze bioattive.

 

Emoxypine (2364-75-2) Meccanismo d'azione

Si ritiene che il meccanismo d'azione dell'emoxypine sia i suoi effetti antiossidanti e protettivi della membrana con i seguenti componenti chiave:

  • Emoxypine inibisce l'ossidazione dei radicali liberi dei lipidi di biomembrane, reagisce ai radicali del perossido dei lipidi primari e del radicale idrossile dei peptidi
  • Aumenta l'attività degli enzimi antiossidanti, in particolare quella della superossido dismutasi, responsabile della formazione e del consumo di perossidi lipidici e forme di ossigeno attivo
  • Inibisce i radicali liberi durante la sintesi di prostosslandina catalizzata cicloossigenasi e lipossigenasi, aumenta la correlazione prostaciclina / trombossano A2 e blocca la formazione dei leucotrieni
  • Aumenta il contenuto della frazione polare dei lipidi (fosfatidil serina e fosfatidil inositolo) e riduce il rapporto colesterolo / fosfolipidi che dimostra le proprietà di regolazione dei lipidi; sposta la transizione della struttura nelle zone a bassa temperatura, che provoca la riduzione della viscosità della membrana e l'aumento della sua fluidità, aumenta il rapporto lipidi-proteine.
  • Modula l'attività degli enzimi legati alla membrana: fosfodiesterasi, ciclico-nucleotidi, adenilato ciclasi, aldoreduttasi, acetilcolinesterasi.
  • Modula i complessi recettori delle membrane cerebrali, vale a dire benzodiazepine, GABA, i recettori dell'acetilcolina aumentando la loro capacità di legame.
  • Stabilizza le biomembrane, cioè le strutture di membrana delle cellule del sangue - eritrociti e trombociti durante la loro emolisi o danno meccanico accompagnato dalla formazione di radicali liberi.
  • Cambia il livello di monoamina e aumenta il contenuto di dopamina nel cervello.

Applicazione Emoxypine (2364-75-2)

In Russia, l'emoxipina ha una vasta gamma di applicazioni nella pratica medica. Esercita presumibilmente ansiolitico, antistress, antialcolico, anticonvulsivante, nootropico, neuroprotettivo e azione antinfiammatoria. L'emossipina presumibilmente migliora la circolazione sanguigna cerebrale, inibisce l'aggregazione dei trombociti, abbassa i livelli di colesterolo, ha azione cardioprotettiva e antiaterosclerotica.

 

Emoxypine (2364-75-2) Altre ricerche

Uno studio ha determinato l'efficacia dell'emoxipina nei pazienti 205 con manifestazioni cliniche della radicolopatia lombosacrale (LSR). I pazienti sono stati divisi in due gruppi, e ulteriormente sono stati divisi in sottogruppi a seconda della presenza di disturbi motori. Tutti i pazienti hanno ricevuto un corso di trattamento medico convenzionale e fisioterapia; il gruppo principale ha ricevuto inoltre emoxypine. Successivamente, è stato eseguito il controllo clinico-neurologico dei risultati a lungo termine del trattamento in sottogruppi di pazienti. I risultati hanno mostrato che l'uso dell'emoxipina nella terapia combinata dei pazienti con LSR ha portato a una significativa e persistente riduzione della gravità della sindrome del dolore e al rapido recupero della funzione delle radici spinali e dei nervi periferici rispetto alla terapia convenzionale.

 

Emoxypine (2364-75-2) Riferimento

[1] Dumayev KM, Voronina TA, Smirnov LD antiossidanti nella profilassi e terapia delle patologie del SNC. Mosca, 1995

[2] Kucheryanu, VG (gennaio 2001). "Mexidol potenzia l'effetto antiparkinsoniano della L-DOPA nel modello di parkinsonismo indotto da MPTP". Eksperimental'naia i klinicheskaia farmakologiia. 64 (1): 22–25.

[3] Likhacheva, EB; Sholomov, II (2006). "Valutazione clinica e immunologica dell'efficacia del mexidol nel trattamento della radicolopatia lombosacrale". ZhurnalNevrologii i Psikhiatrii Imeni SS Korsakova. 106 (10): 52–7.
 

Articoli di tendenza