Blog

Oleoylethanolamide (OEA): un farmaco dimagrante che aiuta a controllare l'appetito

1. Che cos'è Oleoylethanolamide (OEA)?

oleoylethanolamide (OEA) è un regolatore naturale di peso, colesterolo e appetito. Il metabolita viene sintetizzato in piccole quantità nell'intestino tenue. La molecola naturale è responsabile della sensazione di pienezza dopo aver assunto il cibo. L'oleoyletanolamide aiuta nella regolazione del grasso corporeo legandosi al recettore alfa attivato dal proliferatore perossisoma (PPAR-Alpha). Questo metabolita naturale migliora il metabolismo del grasso corporeo e informa il cervello che hai preso abbastanza cibo e dovresti smettere di mangiare. L'oleoyletanolamide aumenta anche il dispendio calorico non correlato all'allenamento.

2. Come funziona l'oleoyletanolamide (OEA)?

Oleoylethanolamide (OEA) Meccanismo d'azione

Oleoyletanolamide (OAS) funziona come un regolatore dell'appetito. L'oleoyletanolamide controlla l'assunzione di cibo inviando segnali al cervello per informarlo che sei pieno ed è ora di smettere di mangiare. Di conseguenza, prendi meno cibo su base giornaliera e il tuo corpo smette di imballare più peso a lungo termine.

Oleoyletanolamide (OEA) (111-58-0) è prodotto e mobilizzato nell'intestino tenue dall'acido oleico derivato dalla dieta. Gli alimenti ad alto contenuto di grassi possono inibire la produzione di oleoyletanolamide nell'intestino tenue prossimale.

L'oleoyletanolamide riduce l'assunzione di cibo stimolando i circuiti cerebrali dell'istamina, l'ossitocina omeostatica e le vie della dopamina edonica. È evidente che l'oleoyletanolamide può anche attenuare la segnalazione di CB1R, che se stimolata può portare ad un aumento dell'assunzione di cibo. L'oleoyletanolamide riduce il trasporto lipidico negli adipociti per ridurre la massa grassa.

OEA funziona anche per stimolare qualcosa noto come PPAR e contemporaneamente riduce la conservazione dei grassi e aumenta la combustione dei grassi. Ogni volta che mangi, i livelli di OEA aumentano e l'appetito diminuisce. Ciò accade perché i nervi sensoriali collegati al cervello lo informano che sei pieno grazie al PPAR-α. PPAR-α è un recettore nucleare attivato da ligando che è coinvolto nelle vie dell'omeostasi energetica e nell'espressione genica del metabolismo lipidico.

L'oleoyletanolamide (OEA) mostra tutte le caratteristiche che definiscono il fattore di sazietà che includono:

  • Inibire l'alimentazione aumentando l'intervallo di tempo tra un pasto e il pasto successivo;
  • La sua produzione è controllata dalla disponibilità di nutrienti
  • I suoi livelli subiscono fluttuazioni circadiane.

Oleoylethanolamide (OEA): un farmaco dimagrante che aiuta a controllare l'appetito

3. Vantaggi dell'oleoyletanolamide (OEA)

Benefici dell'oleoyletanolamide e comprende gli effetti di perdita di peso;

i. Ridurre l'appetito stimolando l'ormone noto come grelina

Le iniezioni periferiche dell'OEA somministrate ai roditori che avevano digiunato per un giorno non hanno influenzato l'ormone grelina entro 120 minuti, ma dopo 6 ore si è verificata una notevole riduzione di questo ormone dal 40 al 50 percento. Tuttavia, Oleoylethanolamide non ha avuto effetti sulle concentrazioni di questo ormone stimolante l'appetito nei roditori nutriti. Ciò suggerisce che il supplemento OEA funziona meglio nel ridurre i livelli di grelina se assunto prima dei pasti.

ii. Aumentando il tasso di perdita di grasso corporeo

I recettori βeta-adrenergici lavorano per stimolare la perdita di peso corporeo e la stimolazione del recettore βeta3-adrenergico provoca una diminuzione dell'assunzione di cibo e una maggiore perdita di grasso nei ratti. Il recettore lo fa stimolando le proteine ​​di disaccoppiamento tra cui UCP1.

Di conseguenza, la somministrazione concomitante di agonista β3 e iniezione periferica di oleoyletanolamide sembra essere efficace nel ridurre l'assunzione di cibo ed efficiente nel ridurre la massa grassa associata ad un aumento del dispendio di energia. L'aumento dei livelli di UCP1 e PPARα (pensato per riflettere l'aumento del dispendio energetico) si è verificato sia nel tessuto adiposo marrone che in quello bianco insieme ai miglioramenti nei biomarcatori mitocondriali.

L'OEA sembra quindi migliorare gli effetti del metabolismo mitocondriale e le azioni termogeniche nei roditori nei tessuti adiposi sia marroni che bianchi, allo stesso dosaggio di oleoyletanolamide utilizzato per controllare l'appetito.

iii. Abbassamento del livello del peptide YY (ormone stimolante l'appetito)

Le iniezioni di 5 mg / kg di oleoyletanolamide ai roditori hanno causato una riduzione dipendente dal tempo del peptide YY ormonale che viene prodotto nell'intestino sia nello stato di alimentazione che in quello privato.

4. Oleoylethanolamide (OEA) aiuta a controllare l'appetito?

Sì. Il supplemento di perdita di peso di oleoyletanolamide aiuta a controllare l'appetito attivando PPAR riducendo così la conservazione del grasso e aumentando la combustione dei grassi. Quando assumi i tuoi pasti, i livelli di Oleoylethanolamide aumentano e il tuo appetito diminuisce quando vengono inviati segnali al tuo cervello per informare il cervello che sei soddisfatto.

Ci sono stati diversi studi scientifici che dimostrano questo effetto. Nel 2004, ad esempio, i ricercatori danesi hanno studiato topi a cui era stato privato del cibo per un giorno. Hanno dato loro l'OEA e si sono resi conto che la quantità di cibo che prendevano diminuiva del 15.5%. In termini più semplici, Oleoylethanolamide (OEA) disattiva l'interruttore per la fame nel sistema nervoso centrale (SNC).

5. Oleoylethanolamide (OEA) Dosaggio

Il dosaggio raccomandato di oleoyletanolamide è di una capsula da 200 mg se assunto senza alcuna combinazione. In combinazione con altri integratori per la perdita di peso, la dose di OEA deve essere ridotta tra 100 mg e 150 mg.

Si consiglia di assumere integratore di oleoyletanolamide 30 minuti prima di cena o colazione; ti sentirai più soddisfatto durante il tuo pasto e finirai per prendere meno cibo.

La ricerca suggerisce che è anche possibile ridurre o aumentare la dose giornaliera in base al proprio peso corporeo. Ad esempio, se si pesa 150 libbre, è possibile assumere 100 mg. Una persona da 200 libbre può assumere 150 mg e una persona da 250 libbre può assumere 180 mg del supplemento.

Oleoylethanolamide (OEA): un farmaco dimagrante che aiuta a controllare l'appetito

6. Oleoylethanolamide (OEA) Effetti collaterali

Effetti collaterali di oleoyletanolamide può essere una delle principali preoccupazioni tra i produttori di integratori che vogliono includere questo potente ingrediente nella formula di perdita di peso del loro integratore.

Dopo un esame approfondito di tutti i dati scientifici disponibili, la US FDA (Food and Drug Administration) non ha avuto problemi riguardanti la sicurezza di questa molecola naturale. RiduZone è stata la prima polvere OEA ad essere marchiata nel 2015.

L'OEA è un metabolita dell'acido oleico e fa parte di un pasto quotidiano sano. È completamente sicuro assumere l'integratore di oleoyletanolamide poiché finora non sono stati segnalati effetti collaterali gravi.

7. Oleoylethanolamide (OEA) Acquista

Puoi acquistare un oleoyletanolamide da diversi negozi di droga fisici e online. Dovrai tuttavia essere prudente poiché non tutti i fornitori sono autentici. Assicurati di leggere le loro recensioni di oleoyletanolamide per sapere quale sia stata l'esperienza dei loro precedenti acquirenti.

Ti stai chiedendo dove trovare l'oleoyletanolamide in vendita? Non ti preoccupare; puoi acquistare l'oleoyletanolamide online qui sul nostro sito web. Siamo rispettabili ed esperti OAS fornitore e abbiamo la capacità di consegnare Oleoylethanolamide (OEA) negli Stati Uniti e in molti altri paesi del mondo. Il nostro processo di ordinazione è semplice ma completamente sicuro e protetto. Forniamo anche i nostri prodotti in confezioni sigillate ed eleganti per garantire la sicurezza ed evitare qualsiasi contaminazione.

Riferimenti:

  • Pi-Sunyer FX, Aronne LJ, Heshmati HM, Devin J, Rosenstock J. Effetto del rimonabant, un bloccante del recettore dei cannabinoidi-1, sul peso e sui fattori di rischio cardiometabolico in pazienti sovrappeso o obesi: RIO-Nord America: uno studio randomizzato controllato. Il diario dell'American Medical Association. 2006; 295 (7): 761-775.
  • Giuseppe Astarita; Bryan C. Rourke; Johnnie B. Andersen; Jin Fu; Janet H. Kim; Albert F. Bennett; James W. Hicks e Daniele Piomelli (2005-12-22). "Aumento postprandiale della mobilizzazione dell'oleoyletanolamina nell'intestino tenue del pitone birmano (Python molurus)". Am J Physiol Regul Integr Comp Physiol. 290 (5): R1407 – R1412.
  • Sarro-Ramirez A, Sanchez-Lopez D, Tejeda-Padron A, Frias C, Zaldivar-Rae J, Murillo-Rodriguez E. Molecole del cervello e appetito: il caso dell'oleoyletanolamide. Agenti del sistema nervoso centrale in chimica medicinale. 2013; 13 (1): 88-91.
  • Overton HA, Babbs AJ, Doel SM, Fyfe MC, Gardner LS, Griffin G, Jackson HC, Procter MJ, Rasamison CM, Tang-Christensen M, Widdowson PS, Williams GM, Reynet C (2006). "Deorpanizzazione di un recettore accoppiato alle proteine ​​G per l'oleoyletanolamide e il suo utilizzo nella scoperta di agenti ipofagici a piccole molecole". Cell Metab. 3 (3): 167–175.
2020-03-24 Nootropics
A proposito di wisepowder