Prodotti

Polvere di palmitoiletanolamide (PEA) (544-31-0)

La polvere di palmitoiletanolamide (PEA) è un'ammide di acidi grassi endogena. È un ligando debole dei recettori dei cannabinoidi 1 (CB1) e dei cannabinoidi 2 (CB2). La palmitoiletanolamide agisce legandosi a un recettore cannabinoide non identificato simile al CB2, esibendo in vivo proprietà antinfiammatorie, anti-nocicettive, neuroprotettive e anticonvulsivanti. Producendo solide azioni antinfiammatorie attivando PPARα, agisce come agonista selettivo per i recettori GPR55 (rispettivamente EC50 = 4, 19 800 e> 30 000 nM su GPR55, CB2 e CB1).

Produzione: Produzione in serie
CONFEZIONE: 1 kg / borsa, 25 kg / tamburo
Wisepowder ha la capacità di produrre e fornire grandi quantità. Tutta la produzione in condizioni cGMP e un rigoroso sistema di controllo della qualità, tutti i documenti di test e i campioni disponibili.

Palmitoiletanolamide (PEA) video di polvere

 

palmitoiletanolamide (PEA) polvere (544-31-0) Informazioni di base

Nome Polvere di palmitoiletanolamide (PEA)
CAS 544-31-0
Purezza solubilità in olio , solubilità in acqua, polvere fine, polvere generica
Nome chimico palmitoiletanolamide

N- (2-idrossietil) hexadecanamide

Sinonimi Palmidrol; Impulsin; 544-31-0; N-palmitoylethanolamine; Palmitinsaeure-beta-hydroxyethylamid; (Hydroxyethyl) palmitamide; 2- (palmitoilammino) etanolo; 2-palmitamidoetanolo; AM 3112; Loramine P 256; Mackpeart DR 14V; N- (2-idrossietil) palmitammide; N-esadecanoiletanolammina; NSC 23320; Monoetanolamide dell'acido palmitico; Monoetanolamide palmitica
Formula molecolare C
Peso molecolare 299.49
punto di fusione 97-98 ° C
Chiave InChI HXYVTAGFYLMHSO-UHFFFAOYSA-N
Modulo Un solido cristallino
Forma Polvere da bianco a bianco sporco
Half Life 0.292 Days (12-hr day; 1.5E6 OH / cm3)
solubilità Solubile in DMSO (20 mM), etanolo (25 mM), cloroformio, THF (a 30 ° C) e DMF (~ 10 mg / ml).
Condizioni di conservazione Conservare in luogo fresco e asciutto, allontanarsi dal sole diretto
Applicazioni La palmitoiletanolamide è un agonista del recettore dei cannabinoidi CB2 endogeno e un agonista selettivo del GPR55
Documento di prova Disponibile

 

PalmitoiletanolamidePISELLO) polvere (544-31-0) polvere Descrizione generale

La polvere di palmitoiletanolamide è un cannabinoide endogeno presente nel cervello, nel fegato e in altri tessuti dei mammiferi. È un debole ligando dei recettori cannabinoide 1 (CB1) e cannabinoide 2 (CB2), è stato scoperto che inibisce l'ammide idrolasi degli acidi grassi (FAAH) ((IC50 = 5.1 μM). Modula l'attivazione dei mastociti. La polvere di palmitoiletanolamide mostra anti -attività inocicettiva, antinfiammatoria, anticonvulsivante e immunosoppressiva. È una N- (acilica a catena lunga) etanolammina, un endocannabinoide e una N- (acil grasso saturo) etanolammina. Deriva da un acido esadecanoico. Palmitoiletanolamide polvere agisce legandosi a un recettore dei cannabinoidi non identificato che è simile al CB2 e agisce anche come attivatore selettivo del recettore GPR55.

La polvere di palmitoiletanolamide, (chiamata anche palmitoiletanolamina o N-2 idrossietil palmitamide), è uno dei più importanti composti antidolorifici endogeni e antinfiammatori ed è stato dimostrato efficace sia per il dolore acuto che cronico.Perché la sostanza agisce come antidolorifico naturale, è un'ottima alternativa ai farmaci convenzionali che potrebbero causare effetti collaterali.

La polvere di palmitoiletanolamide è stata utilizzata per molti decenni nei Paesi Bassi e in Europa, ma da quando l'interesse di 1990 per gli Stati Uniti è aumentato. È classificato come "alimento per scopi medici" in Europa e come integratore alimentare negli Stati Uniti

 

Storia della polvere di palmitoiletanolamide (PEA)

La polvere di palmitoiletanolamide (PEA), l'ammide naturale dell'etanolamina e dell'acido palmitico, è un lipide endogeno che modula il dolore e l'infiammazione. L'interesse per le proprietà antinfiammatorie della polvere di palmitoiletanolamide fu notato per la prima volta all'inizio degli anni '1950 da Coburn et al. (1954) che scoprirono che nutrire i porcellini d'India con una dieta ricca di tuorlo d'uovo li proteggeva dall'allergia sperimentale. Studi successivi hanno isolato e purificato la polvere di palmitoiletanolamide dal tuorlo d'uovo e hanno identificato le proprietà antinfiammatorie negli animali. L'interesse della ricerca nei NAE è stato ripreso negli anni '1990 in seguito alla scoperta di un'altra NAE endogena, AEA, con proprietà simili al componente attivo della cannabis. La clonazione dei recettori cannabinoidi (designati CBi e CB2) e la generazione di ligandi selettivi dei recettori CB hanno fornito gli strumenti per accelerare ulteriormente l'attività di ricerca. Da allora una serie sostanziale di prove raccolte da studi su animali e umani ha dimostrato che la polvere di palmitoiletanolamide ha proprietà antinfiammatorie e analgesiche se somministrata attraverso diverse vie di somministrazione.

 

Meccanismo d'azione della palmitoiletanolamide (PEA)

palmitoiletanolamide la polvere attiva il PPAR alfa energizzante, brucia grassi e antinfiammatorio. Attivando questa proteina chiave, la polvere di palmitoiletanolamide ferma l'attività dei geni pro-infiammatori e la produzione di molte sostanze infiammatorie.

La polvere di palmitoiletanolamide riduce l'attività del gene della felicità FAAH che scompone l'anandamide naturale dei cannabinoidi. Ciò aumenta i livelli di anandamide calmante nel tuo corpo, aiutando a combattere il dolore e aumentare il rilassamento. Può anche attivare i recettori dei cannabinoidi (CB2 e CB1).

La polvere di palmitoiletanolamide contiene l'acido palmitico nella sua struttura. Il punto di partenza per produrre la polvere di palmitoiletanolamide nel corpo è proprio questo acido grasso saturo.

Tuttavia, semplicemente aumentare l'assunzione di acido palmitico o altri grassi alimentari non influirà sulla produzione di polvere di palmitoiletanolamide nel corpo. Questo perché il tuo corpo utilizzerà la polvere di palmitoiletanolamide solo quando dovrà compensare l'infiammazione o il dolore e anche i suoi livelli varieranno normalmente durante il giorno. Il modo migliore per ottenere i benefici della polvere di palmitoiletanolamide sono integratori standardizzati o, in alternativa, alimenti ricchi di polvere di palmitoiletanolamide.

 

Applicazione Palmitoiletanolamide (PEA)

La polvere di palmitoiletanolamide (PEA) è un'ammide di acidi grassi endogena, un analogo dell'anandamide endocannabinoide (AEA), che appartiene alla famiglia delle N-aciletanolamine (NAE). I NAE vengono rilasciati dalle cellule in risposta a stimoli nocivi. Come tutti i NAE, anche la polvere di Palmitoiletanolamide (PEA) ha un effetto locale e i suoi livelli di tessuto sono strettamente regolati attraverso l'equilibrio tra produzione e attività di degradazione. Due amidasi intracellulari, espresse nelle cellule infiammatorie, sono state coinvolte nella degradazione dell'ammide lipidica: l'acido grasso ammide idrolasi (FAAH) e la N-aciletanolamina idrolizzante l'acido amidasi (NAAA). È stato dimostrato che la polvere di palmitoiletanolamide (PEA) si lega a un recettore nel nucleo cellulare (un recettore nucleare) ed esercita una grande varietà di funzioni biologiche correlate al dolore cronico e all'infiammazione.

 

Palmitoiletanolamide (PEA) Altre ricerche

La polvere di palmitoiletanolamide (PEA) è una sostanza naturale prodotta dall'organismo e presente in vari alimenti. Non è un oppioide. Non crea dipendenza. Studi preliminari indicano che la polvere di palmitoiletanolamide (PEA) non sviluppa tolleranza farmacologica o perde gradualmente efficacia nel tempo come accade con gli oppioidi. È stato dimostrato che è sicuro per i pazienti senza effetti collaterali gravi segnalati ed è considerato privo di tossicità acuta o cronica. Non interferisce con altre terapie farmacologiche né innesca interazioni farmaco-farmaco. Non ci sono controindicazioni note per la polvere di palmitoiletanolamide (PEA) e i pazienti con ridotta funzionalità renale ed epatica possono essere trattati con la polvere di palmitoiletanolamide (PEA), poiché il suo metabolismo è localizzato e cellulare e indipendente dalle funzioni renali ed epatiche. Come con molti farmaci, la sicurezza con l'uso a lungo termine per 60 giorni non è stata ben studiata, sebbene in letteratura siano riportati casi di uso a lungo termine senza problemi identificati.

 

Riferimento Palmitoiletanolamide (PEA)

  • [1] Cruccu G, Di Stefano G, Marchettini P, Truini A.CNS Neurol Disord Drug Targets. 2019 lug 3. doi: 10.2174 / 1871527318666190703110036. PMID: 31269891
  • [2] Noli C, Della Valle MF, Miolo A, Medori C, Schievano C; Skinalia Clinical Research Group.Vet Dermatol. 2019 Jun 24. doi: 10.1111 / vde.12764. PMID: 31237065
  • [3] Contarini G, Franceschini D, Facci L, Barbierato M, Giusti P, Zusso MJ Neuroinfiammazione. 2019 Jun 20; 16 (1): 126. doi: 10.1186 / s12974-019-1514-4. PMID: 31221190
  • [4] Boccella S, Marabese I, Iannotta M, Belardo C, Neugebauer V, Mazzitelli M, Pieretti G, Maione S, Palazzo E. Int J Mol Sci. 2019 Apr 9; 20 (7). pii: E1757. doi: 10.3390 / ijms20071757. PMID: 30970677
  • Palmitoiletanolamide (PEA) ha benefici di perdita di peso?

 

Articoli di tendenza