Prodotti

Polvere di sulforafano (4478-93-7)

La polvere di sulforaphane è un isotiocianato di origine vegetale crucifera con promettenti attività antitumorali, chemiopreventive e terapeutiche, inibisce l'attivazione di NF-κB indotta da TPA e l'espressione di COX-2 nelle cellule MCF-10A bloccando due distinti percorsi di segnalazione mediati da ERK1 / 2 / IK e NAK-IKKβ. La polvere di sulforaphane può esercitare un significativo effetto neuroprotettivo sul deficit colinergico e sul deterioramento cognitivo, ha anche un effetto antinfiammatorio, almeno in parte, associato all'interferenza con la via NF-κB.

Produzione: Produzione in serie
Contenuto: 1 kg / borsa, 25 kg / tamburo
Wisepowder ha la capacità di produrre e fornire grandi quantità. Tutta la produzione in condizioni cGMP e un rigoroso sistema di controllo della qualità, tutti i documenti di test e i campioni disponibili.
Categoria:

Video di polvere di solforaphane (4478-93-7)

 

Informazioni sulla base di polvere di sulforaphane

Nome Polvere di Sulforaphane
CAS 4478-93-7
Purezza 1% , 10%
Nome chimico D, L-Sulforaphane
Sinonimi sulforafan; sulforafano; sulforafano; R-sulforafano; R, S-sulforafano; SULFORAPHANE, L-; SULFORAPHANE, DL-; SULFORAPHANE, D-
Formula molecolare C6H11NOS2
Peso molecolare 177.3
Punto di fusione 68.93 ° C (previsto)
Chiave InChI SUVMJBTUFCVSAD-UHFFFAOYSA-N
Modulo Polvere
Forma Da incolore a giallo
Half Life /
solubilità Cloroformio (con parsimonia), metanolo (leggermente)
Condizioni di conservazione -20 ° C
Applicazioni Potente induttore selettivo di enzimi di disintossicazione di fase II con proprietà anticarcinogene. Si presenta naturalmente nei broccoli. È stato scoperto che inibisce la formazione di tumore mammario indotto chimicamente nei ratti. Agente antitumorale.
Sulforaphane è stato riferito a un piccolo studio per alleviare i sintomi associati all'autismo.
Documento di prova Disponibile

 

sulforafano Descrizione generale della polvere

Sulforaphane, che viene isolato dai semi di Brassica oleracea L. var. botrytis L, è un isotiocianato di origine vegetale crucifera con promettenti attività chemiopreventive e terapeutiche. La polvere di sulforaphane ha effetti antitumorali contro le cellule tumorali della vescica attraverso un percorso apoptotico intrinseco mediato da ROS e suggerisce che lo stress ER e Nrf2 possono rappresentare obiettivi strategici per l'apoptosi indotta da sulforaphane. Il sulforafano potrebbe esercitare un significativo effetto neuroprotettivo sul deficit colinergico e sul deterioramento cognitivo. I germogli di broccoli contengono grandi quantità di sulforaphane, che si trova anche in altre verdure crocifere tra cui cavoli e cavoli.

 

Storia della polvere di solforaphane (4478-93-7)

La polvere di sulforafano è un isotiocianato presente naturalmente nelle verdure ampiamente consumate; ha mostrato attività antitumorali e cardioprotettive.

In vitro: il sulforafano induce un arresto del ciclo cellulare in modo dose-dipendente, seguito dalla morte cellulare. Questo arresto del ciclo cellulare indotto dal sulforafano era correlato con una maggiore espressione delle cicline A e B1. Sulforaphane induce la morte cellulare attraverso un processo apoptotico. Il sulforafano inibisce la reinizializzazione della crescita e diminuisce la vitalità cellulare nelle cellule di carcinoma del colon quiescente (HT29) e ha una tossicità inferiore sulle cellule differenziate di CaCo2. Il pre-trattamento di mioblasti di ratto H9c2 con sulforaphane riduce il numero di cellule apoptotiche e l'espressione delle proteine ​​pro-apoptotiche (Bax, caspase-3 e citocromo c), nonché l'aumento indotto dalla doxorubicina nel potenziale della membrana mitocondriale. Inoltre, sulforaphane aumenta l'espressione di mRNA e proteine ​​dell'eme ossigenasi-1, che di conseguenza riduce i livelli di specie reattive dell'ossigeno (ROS, misurato utilizzando il reagente rosso MitoSOX) nei mitocondri indotti dalla doxorubicina.

In Vivo: il sulforafano può bloccare la formazione di tumori di ammary nei ratti Sprague-Dawley trattati con dosi singole di 9,10-dimetil-1,2-benzanthracene. La somministrazione di sulforaphane riduce l'incidenza, la molteplicità e il peso e ritarda lo sviluppo dei tumori mammari evocati da una singola dose di DMBA in femmine di ratto Sprague-Dawley.

 

Meccanismo d'azione della polvere di sulforaphane

Azioni biochimiche / fisiologiche

Induttore selettivo di enzimi di disintossicazione di fase II con proprietà anticarcinogene. Composto di organosulfur trovato nelle verdure crocifere, compresi i broccoli.

Il sulforafano è un composto anticancro, antimicrobico e antidiabetico presente nelle verdure crocifere e induce la produzione di enzimi disintossicanti come il chinone reduttasi e il glutatione S-transferasi che causano una trasformazione xenobiotica. Il sulforaphane aumenta anche la trascrizione delle proteine ​​soppressori del tumore e inibisce le deacetilasi dell'istone. Modula le risposte infiammatorie sopprimendo l'espressione mediata da LPS di iNOS, COX-2, IL-1β e TNF-α.

 

Applicazione di polvere di solforaphane (4478-93-7)

Il sulforafano può prevenire il cancro della pelle se applicato direttamente sulla pelle. Il sulforafano è un potente induttore selettivo di enzimi di disintossicazione di fase II con proprietà anticarcinogene. Si presenta naturalmente nei broccoli. È stato scoperto che inibisce la formazione di tumore mammario indotto chimicamente nei ratti. Agente antitumorale.
Sulforaphane è stato riferito a un piccolo studio per alleviare i sintomi associati all'autismo.

 

Polvere di sulforafano (4478-93-7) Altre ricerche

Sulforaphane presenta proprietà antitumorali, antidiabetiche e antimicrobiche in modelli sperimentali. È ottenuto da verdure crocifere come broccoli, cavoletti di Bruxelles o cavoli. L'enzima mirosinasi trasforma la glucoraphanin, un glucosinolato, in sulforaphane in caso di danni alla pianta (come ad esempio dalla masticazione). I giovani germogli di broccoli e cavolfiori sono particolarmente ricchi di glucoraphanin.

 

Polvere di sulforafano (4478-93-7) Riferimento

  • Kunugi A, Tajima Y, Kuno H, Sogabe S, Kimura H. HBT1, un nuovo potenziatore di recettori AMPA con basso effetto agonistico, evitata risposta a forma di campana nella produzione di BDNF in vitro. J Pharmacol Exp Ther. 2018 Mar; 364 (3): 377-389. doi: 10.1124 / jpet.117.245050. Epub 2018 Jan 3. PubMed PMID: 29298820.
  • Zhang, Y., et al .: Proc. Natl. Acad. Sci. USA, 89, 2399 (1992), Shikita, M., et al .: Biochem. J., 341, 725 (1999), Wittich, S., et al .: J. Med. Chem., 45, 3296 (2002), Lee, J., et al .: Cancer Lett., 224, 171 (2005); Chem. e l'ing. Notizie, p 11, ottobre 20 (2014)
  • Gamet-Payrastre L, et al. Il sulforafano, un isotiocianato presente in natura, induce l'arresto del ciclo cellulare e l'apoptosi nelle cellule tumorali del colon umano HT29. Cancer Res. 2000 Mar 1; 60 (5): 1426-33.
  • Li B, et al. Il sulforaphane previene lo stress ossidativo indotto dalla doxorubicina e la morte cellulare nelle cellule di ratto H9c2. Int J Mol Med. 2015 lug; 36 (1): 53-64. [3]. Zhang Y, et al. Attività anticarcinogene di sulforafano e norbornilisotiocianati sintetici strutturalmente correlati. Proc Natl Acad Sci US A. 1994 Apr 12; 91 (8): 3147-50.
  • 2020 Glucoraphanin vs. Sulforaphane: il miglior antiossidante e nutriente chiave nei broccoli

 

Articoli di tendenza